Materiale: scopriamo il gres porcellanato

Di che materiale sono le piastrelle?

Vendiamo solo piastrelle in gres porcellanato: è la ceramica più robusta che esista in commercio. Il gres è un materiale compatto, robusto e con una porosità minima. È igienico, ignifugo e non ha emissione di composti organici volatili, accusati di essere la causa dell’inquinamento indoor. In virtù di queste caratteristiche il gres puoi utilizzarlo come pavimento o come rivestimento, all’interno o all’esterno, in ambienti umidi, in luoghi pubblici con grande passaggio e anche in presenza di riscaldamento a pavimento. Inoltre il gres è difficile da graffiare, non cambia colore anche se sottoposto ai raggi UV e resiste bene alle macchie.

Da dove arrivano le piastrelle?

Il distretto industriale di Sassuolo (Mo) è una vera e propria eccellenza a livello mondiale: per questo puntiamo fortemente sul made in Italy. Pensa che in Emilia-Romagna hanno sede due dei più importanti produttori mondiali di macchinari per fabbricare gres porcellanato; sempre nella stessa regione, nelle province di Modena, Reggio Emilia e Bologna, hanno invece sede numerose fabbriche di piastrelle di alta qualità, che produconooltre a 5 miliardi di euro di fatturato annuo e che impiega oltre a 20.000 dipendenti. L’Italia è leader mondiale nel commercio internazionale in valore: ha una quota del 32%, ben superiore a quella della Cina (25%) e quella della Spagna (16%).
Sono questi i motivi per cui puntiamo con orgoglio sull’Italia e sulle sue aziende produttrici.

Nell'ordine devo aggiungere dei metri in più oltre a quelli effettivi di cui ho bisogno?

Assolutamente sì, nell’ordine è sempre consigliabile aggiungere almeno uno sfrido del 10%, per permettere al posatore di arrivare alla fine del lavoro. Se lo spreco del posatore non sarà eccessivo, con quella percentuale dovresti avanzare anche qualche piastrella di riserva.

Nel caso di formati pari almeno al 120×120 cm, è consigliabile incrementare lo sfrido come minimo al 15% o, nel caso di rivestimenti, fare il calcolo al pezzo e abbondare il risultato finale.

Posso posare le piastrelle se ho il riscaldamento a pavimento?

Assolutamente sì, è molto consigliato come pavimento vista l’alta trasmittanza che garantisce il gres porcellanato.

Posso incollare le piastrelle sopra a un pavimento già piastrellato?

Sì, puoi farlo. Assicurati solo che le piastrelle già incollate per terra siano ben aderenti al fondo.

Come vanno posate le piastrelle?

Per tutte le piastrelle che hannoun lato lungo almeno 60 cm, la norma UNI 11493 prevede sia obbligatoria la posa mediante la tecnica della doppia spalmatura: significa che il posatore metterà la colla sia dietro la piastrella sia sul fondo di posa. È inoltre caldamente consigliato l’utilizzo di sistemi livellanti di posa (cunei o vitoni) al fine di rendere preciso il risultato finale.

È molto importante che le piastrelle vengano incollate solo una volta che il battuto è maturato ed asciugato: con un battuto in sabbia e cemento è necessario attendere dai 7 ai 10 giorni per ogni centimetro di spessore, quindi non meno di 35 giorni. Se hai fretta di piastrellare, valuta un massetto premiscelato a rapida asciugatura.

In ogni pavimentazione devono essere opportunamente progettati e realizzati i giunti perimetrali, di frazionamento e di dilatazione.

Posso fare una fuga molto piccola?

Certo! Le fughe più piccole puoi farle con le piastrelle rettificate: in questo caso il minimo previsto dalla norma UNI 11493
è di 2 mm. Nel caso di piastrelle non rettificate il minimo è di 3 mm. Puoi sapere se una piastrella che vendiamo è rettificata guardando la scheda “Informazioni aggiuntive” al fondo della pagina.

Posso posare le piastrelle all'esterno?

Il gres porcellanato non può assorbire acqua come minimo al 99,5%, pertanto non patisce freddo né gelo. Tuttavia a una piastrella da esterno si richiede di essere antiscivolo, affinché sia difficile scivolare: per questo non tutte le piastrelle in gres porcellanato non sono adatte alla posa all’esterno. Per l’esterno si cerca solitamente la certificazione antiscivolo R11 o R12. In alternativa esiste anche la certificazione antiscivolo da bagnato: in questo caso cerca A+B oppure A+B+C.
Se non ti interessasse l’antiscivolo puoi tranquillamente scegliere una qualsiasi piastrella in gres porcellanato in vendita sul nostro sito.

Pulizia: pulire il gres porcellanato

È più difficile da pulire una piastrella antiscivolo da esterno?

Sì, una piastrella antiscivolo R11 o R12 è difficile da pulire. Proprio per questa ragione all’esterno – anziché utilizzare il mocio – è consigliabile optare per una scopa di saggina o per un’idropulitrice.

Come faccio a sapere se una piastrella è liscia o ruvida?

Partiamo dal presupposto che tutte le piastrelle sono studiate in modo da non avere angoli particolarmente difficili da pulire, quindi se la tua preoccupazione è questa…puoi tirare un sospiro di sollievo. Detto questo, puoi guardare la certificazione antiscivolo: solitamente la certificazione R9 ce l’hanno i prodotti con una superficie più morbida, R10 quelli con una superficie più materica. Sono invece più difficili da pulire le piastrelle da esterno (che hanno certificazione R11 o R12).

Le mie piastrelle hanno degli aloni e si sporcano anche con l'acqua: cosa posso fare?

Ti sembra che il pavimento appena posato sia troppo facile da sporcare o che addirittura assorba? Controluce noti le pedate o le gocce d’acqua cadute sul pavimento?
Puoi tirare un sospiro di sollievo, questo non è un problema della piastrella ma di un’insufficiente pulizia dopo posa da parte del posatore.
La pulizia post posa dovrebbe essere buona regola per tutti i lavori, e poco dopo la stuccatura può consistere semplicemente nella pulizia con un detergente neutro. Qualora la pulizia non fosse stata fatta correttamente – come nell’ipotesi di questo problema – si rende allora necessario utilizzare prodotti più aggressivi. Una premessa e un consiglio importantissimi: partiamo dal presupposto che parliamo della pulizia del gres porcellanato opaco e che i prodotti aggressivi vanno sempre provati prima su un campione di piastrella di scarto o, al massimo, su un angolo nascosto delle piastrelle posate, in quanto potrebbero anche danneggiarla. Con queste premesse puoi utilizzare prodotti chimici che abbinano l’azione acida a quella solvente. Tra i produttori più famosi di prodotti chimici per il gres porcellanato ci sono Bonasystem, Marbec, Faber Chimica e Geal.

Se sei sicuro di aver rimosso tutti i residui di posa in modo corretto, allora il problema potrebbe essere il detergente che utilizzi per il lavaggio del pavimento. Il gres porcellanato è un materiale pressoché inassorbente, pertanto tensioattivi e profumi contenuti nei detergenti rimangono in superficie. L’utilizzo di detergenti con una grande quantità di queste sostanze potrebbe crearti una patina superficiale, che peggiora lavaggio dopo lavaggio. In questo caso segui le indicazioni riportate per la pulizia dopo posa e poi scegli una di queste tre alternative per la pulizia ordinaria:

  1. Mantenere l’idea della pulizia con i normali detergenti chimici da supermercato, come hai sempre fatto, ma avendo cura di risciacquare con acqua alla fine per asportare i residui chimici dei detergenti.
  2. Utilizzare appositi detergenti chimici appositamente pensati per superfici non assorbenti (trovi numerose proposte sui siti delle aziende chimiche citate in precedenza).
  3. Utilizzare un pulitore a vapore (“cento gradi”), che pulisce e igienizza senza lasciare residui chimici.

Per qualsiasi dubbio non esitare a contattare la nostra assistenza clienti, ti aiuteremo a trovare la soluzione più adatta al tuo caso!

Outfit: lo stile che la piastrella donerà a casa tua

La piastrella che ho visto non è troppo grande per casa mia?

Assolutamente no. Più è grande la piastrella e più sarà importante l’impatto estetico della tua casa. Quella della piastrella “troppo grande” è una preoccupazione tutta italiana, perché siamo stati abituati storicamente che l’ambiente piccolo (il bagno) aveva una piastrella piccola, mentre gli ambienti grandi (il resto della casa) avevano una piastrella più grande. Questa concezione è superata e, anzi, una piastrella più grande ti consentirà di avere meno fughe, donando più ampiezza all’ambiente. Vai a colpo sicuro sul formato più grande, non te ne pentirai!

È consigliato scegliere una piastrella diversa dal resto della casa solo per una stanza?

La tendenza è di uniformare il più possibile tutta la superficie orizzontale: pertanto il consiglio stilistico è di scegliere un’unica piastrella per tutto il pavimento di casa. Non cambiare in nessuna stanza, nemmeno in bagno. Se hai dubbi sulle scelte da fare, contatta i consulenti della nostra assistenza clienti, sono a tua disposizione anche per questi consigli, a costo zero e senza alcun impegno!

Fino a quale altezza devo rivestire le pareti del bagno?

Le possibilità per il rivestimento del bagno sono quattro. Facciamo qui un breve riepilogo, ma vista l’ampiezza dell’argomento rimandiamo al paragrafo 4.1 che trovi nell’ebook gratuito scaricabile qui sotto.

  1. Fino al soffitto: con le piastrelle si riveste da terra fino al soffitto, in tutto il bagno. Significa arrivare fino a circa 270 cm. Il risultato estetico sarà molto lineare e minimalista.
  2. Fino all’altezza della porta: è la soluzione a cui siamo culturalmente più abituati ma meno di tendenza. Si arriva a circa 220 cm di altezza (può variare a seconda di dove porta il formato della piastrella), in modo da coprire la zona dietro al soffione della doccia: si mantiene quell’altezza in tutto il bagno.
  3. A metà altezza: le piastrelle arrivano a 120 o 150 cm di altezza, tranne in doccia e nella zona del lavabo, dove salgono a circa 220 cm. La parte non rivestita del rivestimento verrà pitturata.
  4. Solo alcune pareti: in questo caso si rivestono solo alcune pareti (quelle del box doccia e del lavabo di sicuro), lasciando da pitturare le altre. Ricordati di ordinare il battiscopa per le piastrelle che non avranno piastrelle a rivestimento.

Non è consigliabile mischiare tra di loro più di queste scelte estetiche, in quanto il risultato potrebbe non essere molto soddisfacente. Contatta la nostra assistenza clienti per ogni tipo di domanda!