Che cos’è il gres

Il gres, chiamato anche gres porcellanato, è la ceramica più resistente che esista in commercio.
Si tratta di un materiale compatto, robusto e con una porosità minima. È igienico, ignifugo e non ha emissione di composti organici volatili, accusati di essere la causa dell’inquinamento indoor.
In virtù di queste caratteristiche può essere utilizzarlo come pavimento o come rivestimento, all’interno o all’esterno, in ambienti umidi, in luoghi pubblici con grande passaggio e anche in presenza di riscaldamento a pavimento.
Inoltre il gres è difficile da graffiare, non cambia colore anche se sottoposto ai raggi UV e resiste bene alle macchie. Per tutti questi motivi può essere utilizzato non solo per il pavimento ed il rivestimento di ambienti interni ed esterni ma anche come piano di lavoro in cucina, rivestimento per ante di mobili o piano d’appoggio per tavoli.
Negli ultimi anni, in particolare, con l’avvento della tecnologia digitale, il gres è riuscito a diventare un perfetto clone di altri materiali dal punto di vista estetico, pur migliorandone le prestazioni: sono così nati gli effetti legno, che non patiscono né l’umidità né i graffi; successivamente gli effetti pietra, che non assorbono e non rischiano di cambiare colore col passare del tempo; infine tanti effetti artificiali – come cemento e resina – senza il rischio che il pavimento si opacizzi e si usuri.
Storicamente l’Italia gioca un ruolo centrale nella produzione della ceramica e, quindi, anche del gres. Nel distretto industriale di Sassuolo si trovano infatti sede quasi tutte le più importanti aziende produttrici di gres al mondo, che si sono contraddistinte negli ultimi anni per l’elevato standard qualitativo.

Lascia un commento

1
Benvenuto su Archigres! Sono Marta e sono a tua disposizione per aiutarti con le piastrelle.
Premi il pulsante blu qui sotto per iniziare la chat!
Powered by